Ultime dal blog

 

 

 

Seguici

Puoi contattarci

Telefonando allo 051.222.186
Mandando una mail a info@castaspell.it

Privati dei dati privati

Volete capire bene, ma davvero bene, l’affaire Facebook Cambridge Analytica?

È presto detto: un tizio A ha usato su Facebook l’app X, che ha fornito i dati di A all’agenzia Alfa. Ma A non sapeva cosa Alfa faceva dei suoi dati. Poi arriva B, che non usa X, ma è amico di A, e i suoi dati vanno ad Alfa, che li usa per un motivo PiGreco, anche se non ha mai usato l’app X e neppure quella Y.

Scherzavo.

Se volete capire bene, ma davvero bene, cosa è successo, non leggete qui, provate qua, oppure qua.

Qui spieghiamo altro, ma sempre sulla gestione dei dati.

Il 25 maggio si deve essere in regola con la GDPR, acronimo che sta per General Data Protection. Una normativa europea, insomma, che va recepita in tutti i paesi dell’Unione. Nicola spiega, per sommi capi, come stanno le cose, in questo video qua.

La GDPR è brutta o bella? Oh, a me piace, ma chissenefrega, il punto è un altro.

Il punto è che bisogna essere pronti. Il che implica due cose: capire di che si tratta, sapere cosa si deve fare.

Allora abbiamo prodotto una serie di cose. Cioè, non una serie di cose, una serie proprio. Ventiquattro puntate da pochi minuti l’una. Ancora Nicola spiega in quest’altro video di che si tratta.

È una serie ricca di misteri. Tipo: chi è Marian Manola? E di colpi di scena, tipo quando arriva il Contitolare del Trattamento dei dati. Ci sono i buoni, come il Data  Protection Officer. E i cattivi, come quelli che usano i dati in modo non consentito. Girano soldi, in questa serie (le sanzioni possono arrivare a decine di milioni di euro). C’è la letteratura, raccolta nel registro del trattamento dei dati.

E c’è anche la musica! D’altra parte, questa serie va in onda su una radio! Radio GDPR, a essere precisi.

Se volete vedere due episodi, eccoli qua.

Puntata #1, La storia di Marian Manola (e oltre)

Puntata #9, L’informativa, ovvero dove si nasconde una mela

Resta da spiegare una cosa: ma perché proprio 24 puntate? La risposta è semplice.

«I’m federal agent Jack Bauer and this, is the longest day of my life».

 

 

No Comments

Post A Comment